Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2016

Trailer Maria SS. della Fonte 2016 Conversano (Ba)

Settimana Santa 2016

Lectio Divina Cittadina 15 Marzo 2016

LECTIO DIVINA CITTADINA
LE PARABOLE DELLA MISERICORDIA

Questa sera, Martedì 15 Marzo, quarto appuntamento con la Lectio Divina Quaresimale, percorso cittadino, presso la Parrocchia Carmine alle ore 20. La Parabola delle Misericordia che sarà trattata è "Il Giudice e la Vedova" (Lc 18, 1-8). La Lectio sarà tenuta da Don Gianluca Dibello.



In quel tempo, Gesù diceva ai suoi discepoli una parabola sulla necessità di pregare sempre, senza stancarsi mai: 
«In una città viveva un giudice, che non temeva Dio né aveva riguardo per alcuno. In quella città c’era anche una vedova, che andava da lui e gli diceva: “Fammi giustizia contro il mio avversario”. 
Per un po’ di tempo egli non volle; ma poi disse tra sé: “Anche se non temo Dio e non ho riguardo per alcuno, dato che questa vedova mi dà tanto fastidio, le farò giustizia perché non venga continuamente a importunarmi”». 
E il Signore soggiunse: «Ascoltate ciò che dice il giudice disonesto. E Dio non farà forse giustizia ai suoi eletti, ch…

Riapertura della Chiesa di Santa Chiara

Riapertura della Chiesa di Santa Chiara
Giovedì 17 marzo alle ore 17:30 sarà riaperta al pubblico la Chiesa di Santa Chiara (Via Porta Antica della Città) dopo un lungo lavoro di restauro.



Via Crucis Cittadina

Lectio Divina Cittadina 8 Marzo 2016

LECTIO DIVINA CITTADINA
LE PARABOLE DELLA MISERICORDIA

Questa sera, Martedì 08 Marzo, quarto appuntamento con la Lectio Divina Quaresimale, percorso cittadino, presso la Parrocchia Sant'Andrea alle ore 20. La Parabola delle Misericordia che sarà trattata è "L'Anonimo Ricco e il Povero Lazzaro" (Lc 16, 19-31). La Lectio sarà tenuta dalla Prof. ssa Antonella Longo.



Dal Vangelo secondo Luca
In quel tempo, Gesù disse ai farisei: 
«C’era un uomo ricco, che indossava vestiti di porpora e di lino finissimo, e ogni giorno si dava a lauti banchetti. Un povero, di nome Lazzaro, stava alla sua porta, coperto di piaghe, bramoso di sfamarsi con quello che cadeva dalla tavola del ricco; ma erano i cani che venivano a leccare le sue piaghe. 
Un giorno il povero morì e fu portato dagli angeli accanto ad Abramo. Morì anche il ricco e fu sepolto. Stando negli inferi fra i tormenti, alzò gli occhi e vide di lontano Abramo, e Lazzaro accanto a lui. Allora gridando disse: “Padre Abramo, abbi p…

24 Ore per il Signore

24 OREPERIL SIGNORE
Basilica Cattedrale ''S. M. Assunta'' - ConversanoIn comunione con Papa Francesco e con tutte le Diocesi del Mondo celebriamo l’amore del Signore nell’Adorazione Eucaristica e nel Sacramento della RiconciliazioneVenerdi 4 marzoOre 18:30 S. MESSA
Ore 19:00 INIZIO ADORAZIONE EUCARISTICA E    CONFESSIONI
Ore 21:00 LITURGIAPENITENZIALESabato 5 marzoOre   9:00    LODI
Ore   9:30 ADORAZIONE EUCARISTICA E CONFESSIONI
Ore 12:00    ANGELUS
Ore 16:00 ADORAZIONE EUCARISTICA E CONFESSIONI
Ore 16:30    ADORAZIONE EUCARISTICA (Animata dai ragazzi dei gruppi ACR)
Ore 18:00    S. ROSARIO
Ore  18.30 S. MESSA(Animata dai ragazzi dell’Oratorio)

Lectio Divina Cittadina 1 Marzo 2016

LECTIO DIVINA CITTADINA
LE PARABOLE DELLA MISERICORDIA

Questa sera, Marted' 01 Marzo, terzo appuntamento con la Lectio Divina Quaresimale, percorso cittadino, presso la Parrocchia Sacro Cuore alle ore 20. La Parabola delle Misericordia che sarà trattata è "Il Fariseo e il Pubblicano al Tempio" (Lc 18,9-14). La Lectio sarà tenuta da Don Daniele Troiani.



Dal Vangelo secondo Luca
In quel tempo, Gesù disse ancora questa parabola per alcuni che avevano l’intima presunzione di essere giusti e disprezzavano gli altri: 
«Due uomini salirono al tempio a pregare: uno era fariseo e l’altro pubblicano. 
Il fariseo, stando in piedi, pregava così tra sé: “O Dio, ti ringrazio perché non sono come gli altri uomini, ladri, ingiusti, adùlteri, e neppure come questo pubblicano. Digiuno due volte alla settimana e pago le decime di tutto quello che possiedo”. 
Il pubblicano invece, fermatosi a distanza, non osava nemmeno alzare gli occhi al cielo, ma si batteva il petto dicendo: “O Dio, abbi pietà …